Google Plus, come funziona

Sembra incredibile, ma sono ormai passati quasi sei anni dalla nascita di Google Plus, la piattaforma social messa in campo da quelli di Mountain View dopo svariati progetti morti sul nascere o giù di lì.

Di acqua ne è passata sotto i ponti, e nonostante le consuete polemiche degli addetti ai lavori sull’effettivo successo di Google Plus, curare la propria presenza da quelle parti può essere una scelta fruttifera. Occorre però fare un’analisi ben ponderata di obiettivi e nicchia di mercato, onde non incorrere in evitabili delusioni.

Perché NON iscriversi a Google Plus

Questo paragrafo è fondamentale per chiarirvi le idee. Google Plus PUO’ essere una risorsa per determinati settori e con specifici obiettivi. Ma cercate di capire che:

  • NON dovete considerare Google Plus la panacea di tutti i mali della comunicazione o del marketing (non dovreste farlo con qualsiasi piattaforma).
  • NON iscrivetevi a Google Plus pensando di usarlo come Facebook

Perché iscriversi a Google Plus

Ci sono altrettanti buoni motivi per iscriversi e utilizzare Google Plus per promuovere il proprio business. Vi presento i più evidenti.

Benefici SEO

La maggior parte degli utenti Google, da tempo, esegue le ricerche con l’account loggato. In questi casi il motore di ricerca presenta, tra i risultati, anche molti post Google Plus condivisi dalle cerchie dell’utente.

Google Plus SERP

DA LEGGERE: Come fare Link Building

Business Locali

Se avete un’attività commerciale aperta al pubblico (negozio, ristorante, albergo, ecc…), collegare la propria pagina business presente su Google Plus all’account Google Local può potenziare la vostra visibilità nelle ricerche.

Interessi e target profilati

Mediamente, l’utenza presente su Google Plus è di profilo più elevato rispetto a quella di Facebook, ed è in grado di seguire solo ed esclusivamente determinati temi o interessi. Se operate in determinate nicchie, potreste trovare facilmente un’audience interessata e interattiva.

Come registrarsi a Google Plus

Per registrarvi su Google Plus necessitate di un account Google: ormai tutti, chi più o chi meno, ne hanno uno, in caso contrario potete ottenerlo a questo link. Una volta che siete collegati, potete abilitare l’account a Google Plus come vi mostro nella schermata.

Come iscriversi a Google Plus

Una volta che avete attivato il vostro Google Plus, potete iniziare ad usarlo sfruttandone le funzioni che vi descrivo nella prossima sezione.

Google Plus: le funzioni

Google Plus è un social network “generalista”, ovvero non è verticale su un certo tipo di contenuti (foto, video, testi brevi, ecc…), per questo motivo è stato sempre accostato (in maniera denigratoria) a Facebook, e probabilmente l’ipotesi iniziale di Big G era proprio di “rubare” utenti alla piattaforma di Zuckerberg. Va detto che, nonostante il successo limitato della piattaforma, Google Plus offre numerose funzionalità per certi versi meglio organizzate di Facebook o di altri social.

Profilo

La sezione Profilo, cliccando su “About”, vi consente di aggiornare le vostre informazioni, quindi:

  • Foto profilo
  • Foto copertina
  • Dati anagrafici (Compleanno, sesso, luogo di nascita e di residenza, ecc…)
  • Studi
  • Esperienze lavorative

Di particolare importanza è la sezione “Sites”, dove potete inserire i link ai siti Web di cui siete proprietari o contributori. Questo passaggio era fondamentale quando Google dava visibilità alla cosiddetta “Authorship”, ma resta comunque valido per i chiari vantaggi SEO.

Google Plus Profilo

Persone e Cerchie

Il modello relazionale di Google Plus è piuttosto evoluto, ed è basato sul concetto di cerchia.

In Google Plus, un utente può seguire o essere seguito, un po’ come Twitter. Le condivisioni, però, non sono necessariamente pubbliche.

La Cerchia è un insieme di persone che vengono raggruppate da un utente in base alla tipologia di rapporto o all’interesse comune che condividono. Si tratta di qualcosa di simile alle liste di Twitter, ma con delle features più potenti e interessanti:

  • E’ possibile filtrare facilmente i contenuti di una cerchia andando nella sezione “Circle streams”, dal menu principale
  • L’utente può condividere contenuti anche soltanto con una o più cerchie. In questa maniera i membri della cerchia riceveranno notifica email circa il nuovo contenuto, in determinati casi anche se non seguono quell’utente (vedi sez. Privacy)

Google Plus Condivisione Cerchie

  • L’utente può configurare una cerchia in maniera da ricevere una notifica email ogni qual volta viene condiviso un nuovo contenuto da un membro della cerchia.

Google Plus notifiche cerchie

Come già spiegato prima, le cerchie non sono pubbliche: quando un utente “cerchia” un altro utente, quest’ultimo riceve la notifica di avere un nuovo follower, ma non conosce né il nome della cerchia, né gli altri membri.

Collections

Le collections sono un criterio di catalogazione dei contenuti a disposizione dell’utente, a differenza delle cerchie possono essere anche pubbliche. Un utente può creare quante collections desidera, e poi condividerci i post. Di solito le collections sono una modalità di catalogazione per argomenti, come ha fatto il sottoscritto:

Google Plus Collections

Le collection possono essere seguite, come gli utenti. La visibilità della collection può essere pubblica, riservata ad una o più cerchie, privata (la vede solo il proprietario) oppure custom. Avete capito bene, la collection può essere un ottimo strumento per condividere link e contenuti interessanti con un’altra persona.

ATTENZIONE: un post non può essere condiviso contemporaneamente su una collection e verso una persona/cerchia. Nel caso abbiate questa necessità, dovrete crearne due distinti.

Community

Le community sono simili ai gruppi Facebook, ovvero sono delle entità di discussione che raggruppano gli utenti attorno a un interesse comune. Le community possono essere pubbliche e private, possono richiede il permesso per ammettere nuovi utenti, possono abilitare il processo di revisione dei post prima della pubblicazione.

I post all’interno di una community possono essere taggati per micro-temi, così da favorirne sia la ricerca che la lettura.

Google Plus Community

Privacy

Come tutta questa piattaforma, anche la privacy di Google Plus è estremamente configurabile. Basta accedere alla sezione “Settings”, sulla spalla sinistra.

Nell’ordine, potete decidere:

  • Da chi ricevere le notifiche (mail/telefono)
  • Chi può commentare i vostri post pubblici
  • Chi può vedere la vostra attività sulla piattaforma (i “+1” e tutto il resto)
  • I tipi di notifiche email/telefono che volete ricevere

e così via. I livelli di privacy sono solitamente cinque:

  • Solamente tu
  • Le tue cerchie
  • Cerchie estese
  • Pubblico
  • Custom

Cosa sono le “cerchie estese”? Si tratta di qualcosa di molto simile agli “amici degli amici” presenti su Facebook, e sono ben rappresentati in questo schema.

Google Plus Cerchie Estese

Pagine Aziendali

Anche su Google Plus è possibile creare degli account aziendali, con caratteristiche del tutto simili a quelle dei profili standard. Per creare un Brand Account, dalla homepage, basta cliccare sul link (piuttosto piccolo, a dir la verità) posto in basso a sinistra “Google + for your Brand”. Una volta creata la pagina, potrete gestirla assieme a tutti gli altri vostri account Google.

Google Plus Brand Account

Conclusioni

Come avrete notato da questo excursus, Google Plus è una piattaforma social dalle notevoli features e potenzialità, che vi consente, una volta trovata la vostra nicchia di riferimento, di condurre strategie di comunicazione di alto livello anche per il vostro business.

E voi, la state usando? Fatecelo sapere!

Vuoi ricevere i post via email?
I migliori approfondimenti del web marketing, più qualche sporadica lettera.
Iscrivendoti fornisci il consenso a Condimedia per inviarti periodiche mail di aggiornamento. Consulta la nostra Privacy Policy per maggiori dettagli.
Comments
  • Andrea Torti
    Rispondi

    Personalmente non capisco chi si scaglia tanto contro Google Plus.

    D’accordo, non ha la stessa “potenza di fuoco” di Facebook, tuttavia trovo che sia una piattaforma estremamente versatile e utile per individuare delle nicchie in cui inserirsi.

Lascia un Commento

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Show Buttons
Hide Buttons
Come usare le instagram storiessocial network nel mondo