Gruppi a pagamento su Facebook: come usarli (quando arriveranno)

La notizia dell’introduzione di gruppi a pagamento su Facebook, a dire il vero, è di qualche mese fa. La piattaforma ha annunciato il programma pilota, affidato a un numero ristretto di community, ma in questi giorni si inizia a vedere qualcosa anche in Italia, per cui: perché non iniziare a pensare a come si possa sfruttare questa opportunità?

Gruppi a Facebook a pagamento: come funzionano

Da quello che è dato sapere si tratta di una sorta di abbonamento che, pagato mensilmente, dà accesso a un gruppo e ai suoi contenuti. Il costo può variare dai 4,99$ fino a 29,99$ mensili e, per il momento, non è soggetto a commissioni da parte della piattaforma (ma, ovviamente, se il test andrà bene e quando la funzione sarà a regime Facebook potrebbe chiedere una fee).

Sembra che l’idea sia venuta da un incontro con gli amministratori dei gruppi Facebook, che hanno evidenziato come la possibilità di vedere riconosciuto economicamente il loro impegno potrebbe portare alla creazione di altri contenuti di valore. Un investimento per la community stessa.

Non è un segreto che qualcuno raccolga donazioni o sottoscrizioni attraverso delle applicazioni esterne, per questo Facebook potrebbe avere un grande interesse nel tenere sotto controllo questo fenomeno.

Come si entrerà nei gruppi a pagamento?

Per poter entrare a far parte di un gruppo in abbonamento ci si deve già trovare all’interno del gruppo principale (gratuito), da qui l’amministratore ha la possibilità di inviare ai propri iscritti diverse opzioni di abbonamento. A questo punto l’utente potrà consultare delle schede di anteprima in cui troverà illustrati i contenuti esclusivi a cui avrà accesso con la sua sottoscrizione.

Una volta che l’utente avrà accettato l’invito nel gruppo gli verrà scalata la quota mensile. Se e quando deciderà di disdire l’abbonamento, avrà accesso ai post esclusivi fino alla scadenza della mensilità corrente. Inoltre è possibile prevedere anche un periodo di “free trial” per permettere agli utenti di “provare” il gruppo e la qualità dei contenuti.

Come usare i gruppi a pagamento su Facebook?

A questo punto non resta che pensare a come utilizzare questa funzione. Al momento tra le community che fanno parte del test ci sono gruppi che si occupano di preparare gli studenti per i test di ammissione al college; programmazione dei pasti, che permette di avere un piano alimentare settimanale, con liste della spesa, menù, ricette e altro ancora.

Quindi questa funzione potrà essere sfruttata molto facilmente da chi fa consulenza, vendendo la possibilità di accedere a delle live esclusive; producendo dei contenuti ad hoc per gli utenti premium come delle liste o infografiche o, ancora, permettendo agli abbonati di partecipare a sessioni di domande e risposte. Mentre risponde alla domanda di uno degli abbonati sta, contemporaneamente, dando un contenuto importane anche a tutti gli altri iscritti, che ne trarranno beneficio.

Di sicuro la chiave del successo non potrà che essere la qualità e l’esclusività del contenuto.

Lascia un Commento

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Show Buttons
Hide Buttons
instagram checkout