Come installare WordPress in locale

Quante volte vi è capitato di dover fare delle prove con il vostro sito WordPress, testare dei plugin o delle configurazioni del tema, e non saper come fare senza mettere a rischio la sua versione “live”?

Installare WordPress in locale è un’ottima soluzione per crearvi un vostro ambiente di sviluppo/collaudo senza correre il rischio di rompere tutto, per poi passare le modifiche in produzione con l’opportuna calma.

In questo post vi offrirò alcune soluzioni alternative per installare WordPress in locale senza patemi.

Installare WordPress in locale con XAMPP

Per poter girare correttamente, WordPress ha bisogno di una piattaforma in grado di gestire e interpretare il linguaggio PHP, necessario per fare in modo che un browser e un database comunichino tra loro.

Il PHP permette di collegarsi al database, raccogliere le informazioni necessarie al suo interno e trasformarle in una pagina HTML dinamica, cioè quello che viene interpretato dai browser.

Dato che un normale personal computer non interpreta di suo il PHP, abbiamo la necessità d’installare un emulatore. Ecco che ci viene in soccorso XAMPP, le cui lettere centrali stanno a significare:

  • A sta per Apache, la piattaforma server open source più diffusa;
  • M sta per MySQL, un sistema di gestione di database relazionali;
  • P sta per PHP, o meglio, interprete PHP, cioè un programma che codifica il linguaggio di programmazione usato per le pagine web dinamiche.

La X iniziale indica la versione cross-device, ovvero multipiattaforma. Potete poi trovarlo nella versione per Windows (WAMP) e in quella per Mac (MAMP).

Una volta scaricato e installato, potrete avviare sia il server Apache che il DB MySQL e poi procedere con i passi necessari ad una normale installazione WordPress:

  1. Scaricate il pacchetto aggiornato di WordPress dal link ufficiale
  2. Estraetelo nella folder “htdocs” all’interno del path d’installazione di XAMPP
  3. Create un nuovo database MySQL attraverso le funzioni phpMyAdmin messe a disposizione da XAMPP
    1. Assegnate tutti i privilegi all’utente che utilizzerete per collegarvi al database
  4. Tornate su “htdocs” e localizzate il file wp-config-sample.php. Rinominatelo in wp-config.php ed editate i valori relativi all’utenza, password, host e nome DB MySQL
  5. Ora aprite il browser e andate su localhost:8888/wp-admin, vi si presenterà una schermata del genere

guida wordpress installazione

Una volta inseriti i dati, avrete finito di installare WordPress.

Ricordatevi che ogni volta che vorrai accedere al tuo sito WordPress dovrete necessariamente avviare il software di emulazione del server. Senza di esso, infatti, digitare sul tuo browser localhost/… vi porterà ad una schermata d’errore.

Installare WordPress in locale con InstantWP

Un’alternativa a XAMPP è quella di usare l’applicazione client InstantWP. Ecco una breve guida step-by-step su come fare:

  • La prima cosa da fare è scaricare il programma (portabile e gratuito) InstantWP dal sito ufficiale: https://instantwp.com/downloads/ Qui. invece, trovate la documentazione PDF.
  • Scegliete se scaricare la versione per PC Windows o Mac. Il file scaricato sarà in formato zip.
  • Estraete i file contenuti nello zip sul vostro PC/Mac ed infine cliccate sul file “Start-InstantWP” seguendo la procedura guidata.
  • Una volta terminata l’installazione, vi apparirà questa schermata

InstantWP Control Panel

A questo punto, cliccando sul tasto “WordPress Frontpage” si aprirà nel tuo browser di default il sito web in WordPress. Per effettuare le modifiche e gli aggiornamenti al tuo sito web, invece, devi cliccare sul tasto “WordPress Admin“.

Le credenziali di accesso alla bacheca del tuo sito WordPress (WordPress Admin) sono le seguenti:

    • nome utente: admin
    • password: password

Come avrete intuito, InstantWP combina l’interprete PHP/MySQL con WordPress stesso, risparmiandovene l’installazione creando delle shortcut alle sezioni di frontend e backend. Ma esiste una soluzione ancor più semplificata.

Installare WordPress in locale con DesktopServer

DesktopServer di ServerPress può rendere l’installazione in locale di WordPress ancor più semplice. Potete letteralmente avviare una nuova installazione di sviluppo in pochi secondi col semplice clic di un pulsante.

Per installare WordPress in locale, dovete prima scaricare DesktopServer dal relativo sito web. C’è sia una versione per Windows (XP, Windows Vista, 7, 8, 10) che una versione Mac (OS X 10.6.x-10.11.x). E’ in preparazione anche una versione per Linux.

Vediamo una guida step-by-step su come installare e avviare DesktoServer. Sappiate che nella versione Windows saranno necessari i privilegi di amministratore.

  • Dopo aver accettato i termini e le condizioni, se è la prima volta che lo utilizzate, di default sarà selezionata l’opzione “Nuova installazione DesktopServer”. Fate clic su “Continua”. Ci vorranno alcuni minuti mentre viene configurato tutto.

desktopserver nuova installazione

  • Al termine dell’installazione sarà possibile avviare DesktopServer.exe dalla cartella “xampplite” creata nella directory principale dell’unità C:\.
  • Al primo avvio dell’applicazione vi sarà richiesto di riavviare con i privilegi da amministratore. Lasciate selezionata questa impostazione e fate clic su “Avanti”.

desktopserver primo avvio

  • Dopo il riavvio sarà necessario avviare i servizi Apache e MySQL. Potete anche abilitare una moltitudine di diversi plugin per sviluppatori. Quindi fate clic su “Avanti”.

desktopserver apache mysql

  • Sarà quindi necessario selezionare “Crea un nuovo sito web di sviluppo”. Qui avviene l’istallazione di WordPress. Fate clic su “Avanti”.

desktopserver nuovo sito sviluppo

  • Dovrete quindi scegliere il nome del vostro sito, che sarà anche l’indirizzo locale. DesktopServer vi permette di creare progetti diversi, è come se usasse un template predefinito. DesktopServer dispone sempre della versione più recente di WordPress nel pacchetto predefinito. Ciò significa che non dovete preoccuparvi di scaricarlo manualmente dalla repository e decomprimerlo.
  • Di default, la root del sito si trova nella cartella “Documenti”. Se per voi non va bene, potete cambiarla tranquillamente alla schermata successiva, per poi finalizzare il tutto cliccando su “Create”.
  • Sarà visualizzato, quindi, l’URL dell’installazione locale di WordPress. Fate clic su questo URL per completare l’installazione.

DesktopServer viene distribuito sia in una versione gratuita che in una versione premium che costa $99,95 all’anno. Se avete solo bisogno di fare alcuni test veloci, la versione gratuita va benissimo.

La versione premium include alcune funzionalità avanzate e interessanti come il supporto multisite, l’importazione e l’esportazione di backup di terze parti, e sopratutto l’implementazione diretta a sito live: in questa maniera potrete portare in produzione sul vostro hosting WordPress le modifiche e/o gli aggiornamenti testati in locale.

Conclusione

Come avete visto, esistono varie modalità per installare WordPress in locale. Ciascuna ha pregi e difetti, e la scelta dipende dalle vostre esigenze o da quanto possano esservi utili alcune features aggiuntive.

Per qualsiasi domanda, dubbio o informazione, scrivimi nei commenti che trovi sotto al post!

Vuoi ricevere i post via email?
I migliori approfondimenti del web marketing, più qualche sporadica lettera.
Iscrivendoti fornisci il consenso a Condimedia per inviarti periodiche mail di aggiornamento. Consulta la nostra Privacy Policy per maggiori dettagli.

Lascia un Commento

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Show Buttons
Hide Buttons
come aggiornare wordpress