Il miglior hosting per WordPress

“Qual è il miglior hosting WordPress?”

Questa è una delle primissime domande che qualsiasi cliente mi rivolge, all’inizio di un progetto per realizzare un sito web oppure un blog aziendale. Sebbene l’utilizzo di WordPress, la piattaforma CMS open-source attualmente più popolare al mondo, possa indurre a sottovalutare questo aspetto, il sottoscritto invita sempre alla cautela e ad un’attenta analisi: meglio iniziare col piede giusto, che dover correre ai ripari più avanti.

I vantaggi di un ottimo hosting WordPress si traducono in un’impeccabile esperienza utente e in una gestione amministrativa della piattaforma priva di problematiche. Riuscire a installare, configurare e amministrare senza problemi porta dei vantaggi temporali che potete poi sfruttare nelle altre numerose attività che si rendono necessarie all’apertura di un sito web, aziendale o meno che esso sia.

Prima di spiegarvi qual è il miglior hosting di WordPress (secondo noi di CondiMedia), è meglio che v’introduca tra le caratteristiche che esso deve avere, così da non farvi cogliere impreparati in fase di preventivo.

Miglior Hosting WordPress: Linux o Windows?

Esatto, la prima domanda che dovete farvi quando andate ad acquistare un hosting per WordPress riguarda il sistema operativo. Se vi siete già fatti un giro su Google avrete quindi notato come tutti i servizi di hosting per WordPress vendano hosting Linux. Sì, la risposta è giusta: per installare un sito WordPress è assai consigliato un hosting Linux. Non si tratta di un vezzo da fan di Linus Torvalds o da hater di mamma Microsoft, bensì di considerazioni pratiche legate alla mia esperienza di sistemista IT che mi hanno portato a escludere l’hosting Windows nel caso di progetti WordPress. Innanzitutto problemi nella gestione dei permalink, poi difficoltà nell’installazione di plugin, temi e qualsiasi attività legata alla scrittura su disco. Tutte cose che si possono ovviare con delle configurazioni ad hoc, ma perché complicarsi la vita quando hai Linux già predisposto?

WordPress: i requisiti software

Aldilà del sistema operativo, cosa vi serve per far girare un sito su WordPress?

  • Un web-server (consigliati Apache o Nginx), per gestire le richieste degli utenti.
  • Il framework PHP, per interpretare il codice delle pagine
  • Un database MySQL, dove archiviare i dati di configurazione e dei post del vostro sito WordPress.
  • Supporto HTTPS

Ovviamente i requisiti cambiano con l’avanzare del versioning di WordPress stesso. Li potete consultare sul link ufficiale. Si tratta di requisiti non stringenti, che vengono soddisfatti praticamente da qualsiasi player nel mercato degli hosting. E’ chiaro che la differenza la fa la qualità del servizio.

Hosting dedicato o condiviso?

Altra domanda cruciale: il vostro progetto WordPress è destinato a ricevere molto traffico in ingresso? Fate le vostre oneste valutazioni, non rischiate di ritrovarvi con il server in ginocchio sotto i colpi di qualche migliaio di visite contemporanee!

Se le performance sono un punto cruciale per voi, vi consiglio di spendere qualcosa in più e assicurarvi un hosting dedicato, un servizio che garantisce che le risorse hardware del server siano riservato solo al vostro sito WordPress.

Se non siete così esigenti, perché i numeri parlano chiaro, perché vi aspettate di crescere nel tempo, potete tranquillamente accontentarvi di un hosting condiviso: dividerete le risorse con altri siti web, ma risparmierete.

Certificato SSL

Un’esigenza crescente, quando si lancia un progetto sul Web, è quella riguardante la sicurezza. Nessun sito serio, da tempo, supporta più transazioni eseguite in chiaro, col protocollo http standard, soprattutto se riguardano dati personali o sensibili dell’utente. Tutto quel che concerne la navigazione da loggati viene eseguito con il protocollo HTTP over SSL (HTTPS), ovvero ha installato un certificato SSL/TLS e quindi gestisce traffico criptato.

Anche Google ha da tempo ammesso di privilegiare, nei propri ranking, i siti che utilizzano in maniera permanente il protocollo HTTPS. Dato che i prezzi di questo servizio stanno calando drasticamente, vi consiglio di adottarlo anche se nel vostro sito WordPress non gestite transazioni delicate. In questo eccellente post Andrea Pernici spiega passo dopo passo come si installa e configura.

Qual è il miglior hosting WordPress?

Eccoci tornati alla fatidica domanda. La nostra risposta è semplice, e si basa sull’esperienza di chi realizza siti web in quantità industriale.

Noi di CondiMedia ci affidiamo ai servizi di Serverplan per svariati motivi:

Performance: i server di Serverplan sono ottimizzati per ospitare servizi WordPress (e non solo), per questo necessitano di minimi accorgimenti di performance tuning. Anche il nostro sito aziendale beneficia di questi vantaggi, come potete verificare dallo screenshot di Pingdom.

velocità sito web

Affidabilità: l’architettura di Serverplan consente flessibilità e adattamento alle esigenze dei singoli progetti. Questo significa essere in grado di scalare il traffico e garantire periodi di downtime veramente limitato. Personalmente, non abbiamo mai avuto esperienze di disservizi, se non quelli dichiarati per attività di manutenzione (di solito nel weekend e in orari notturni).

Pannello utente: il CPanel messo a disposizione da Serverplan è veramente intuitivo, con un menu ben organizzato e visivamente facile da usare.

serverplan cpanelUn’altra feature che sarà molto apprezzata dagli utenti senza spiccate conoscenze tecniche riguarda la possibilità di installare WordPress o altri software CMS (Joomla, Drupal, Magento, Prestashop…) con un semplice click da pannello.

Supporto utente: negli Stati Uniti ci sono numerosi buoni servizi di hosting WordPress, il problema è che si trovano oltreoceano, hanno orari tutti loro e ovviamente scrivono soltanto in inglese, che per alcuni può essere ancora un problema. Serverplan offre un servizio in italiano con un sistema di ticketing e risposte molto celeri. Da non sottovalutare inoltre la sezione FAQ, una vera e propria knowledge base che in molti casi è sufficiente a risolvere i vostri dubbi.

Prezzi modici: Serverplan offre pacchetti per tutti i budget, ma i prezzi restano comunque contenuti. Si parte dai 24 euro/annui dell’hosting WordPress Starter ai 37.5 euro/mese dell’hosting dedicato. Tra i due estremi trovate una decina di offerte intermedie in grado di soddisfare tutte le vostre esigenze. Potete comunque fare upgrade o downgrade in corsa.

Certificato SSL/TLS: Da qualche tempo Serverplan fa questa bella cosa, include il certificato SSL nel prezzo dell’hosting (valido per qualsiasi livello di servizio!). Sì, avete capito bene: acquistando uno dei pacchetti hosting di Serverplan, avrete il certificato SSL (Let’s Encrypt) già installato, e il vostro sito potrà fin da subito gestire le chiamate in https. Niente male, no?

Quindi, che idea vi siete fatti? Se volete acquistare un hosting per WordPress su Serverplan, seguite questo link oppure cliccate su uno dei banner sparsi per la pagina.

Fatemi sapere com’è andata, poi! E magari contattateci per la fase successiva: la realizzazione del sito.

Showing 3 comments
pingbacks / trackbacks

Lascia un Commento

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Show Buttons
Hide Buttons
wordpress ssl