Tik Tok: tutto quel che c’è da sapere

Nel mondo dei social non si può mai riposare, quando meno te lo aspetti ecco che arriva qualche novità. Tra quelle del 2018 e inizio 2019 c’è Tik Tok, applicazione prima nota come Musical.ly e che sta spopolando tra i più giovani, basti pensare che secondo i dati Audiweb in Italia sono 2,4 milioni gli utenti attivi e 750.000 visitatori.

Se vedete vostra figlia o figlio cantare, ballare o muoversi davanti al telefonino e non capite cosa stia facendo… probabilmente si tratta di un video su Tik Tok. Se i vostri figli o nipoti vi parlano di Cecilia Cantarano, Gabriele Vagnato o di Jessica Brugali, sappiate che si riferisce a delle “star” di Tik Tok. Infine, se vi chiede di prestarvi a fare un video con loro per una challenge… beh, probabilmente è ancora Tik Tok.

Oggi, a un anno dal suo arrivo anche tra gli utenti italiani, Tik Tok è il social che attira l’attenzione non solo dei giovani e giovanissimi, ma anche del pubblico più adulto che ha visto molti dei suoi beniamini (Fiorello, la Hunziker…) approcciarsi a questo social.

L’applicazione (disponibile per IoS e per Android) è risultata la più scaricata nel primo trimestre del 2018 (quasi 46 milioni di download) ed è disponibile in 150 paesi e 75 lingue, arrivando ad avere oltre 150 milioni di utenti attivi al giorno.

Tra i contenuti tematici più seguiti dalla community di Tik Tok in questo primo anno di incontro con il pubblico italiano c’è l’ambiente (Environment) il Comedy e Fashion & Lifestyle. Intanto sta crescendo anche l’interesse sulle tematiche legate agli animali, arte, famiglia, cibo e viaggi.

Vale la pena, quindi, dare un’occhiata a questo fenomeno per capire cosa fanno gli adolescenti e se è possibile introdurlo nella nostra strategia di comunicazione.

Cos’è Tik Tok

“Make Every Second Count” (Dai importanza a ogni secondo), questo lo slogan di Tik Tok che, per semplificare al massimo, possiamo descrivere come una piattaforma di video musicali amatoriali. Una vera e propria droga per chi ama cantare, ballare e creare contenuti di tipo attoriale.

L’app consente agli utenti di creare delle clip musicali della durata massima di 60 secondi, aggiungendo poi effetti speciali a piacere, e di guardare le clip create dagli altri.

Come Iscriversi a Tik Tok

Una volta scaricata l’applicazione di Tik Tok per iscriversi si potrà scegliere la registrazione veloce usando i dati di Facebook, Google o di Twitter, oppure inserendo una mail o un numero di cellulare e scegliendo una password.

Ricordiamo che l’applicazione e l’uso di Tik Tok sono gratuiti.

A questo punto non resta che cercare persone da seguire e challenge a cui partecipare.

Come funziona Tik Tok

All’interno la grafica di TikTok ricorda molto Facebook, per questo sarà abbastanza semplice orientarsi. Potremo vedere i video caricati dagli utenti, sulla destra di ogni post c’è l’immagine di profilo dell’utente cliccandoci sopra possiamo entrare nella sua pagina, vedere gli altri contenuti caricati e seguirlo se ci interessa. Come su tutti gli altri social possiamo anche aggiungere like o commenti ai video degli altri.

In basso al centro è ben visibile un “+”, quel simbolo ci permette di creare un nostro video, a questo punto le cose da poter fare sono tante: scegliere la canzone, aggiungere filtri ed effetti al nostro video e  sbizzarrirci con gli stickers. Tenendo premuto sullo schermo possiamo far partire la registrazione ed interromperla o riprenderla rilasciando e premendo nuovamente. 

Per ogni video possiamo scegliere se avere una privacy pubblicasolo per gli amici o privata e abilitare o meno i commenti. 

Come creare un video su Tik Tok

Premendo sul tasto “+” potremo iniziare a inserire i nostri contenuti. Si può decidere di applicare dei filtri già mentre si gira, questo vale soprattutto per i video selfie con filtri come orecchie da coniglio o che cambiano alcuni connotati del volto. la velocità a cui verrà girato (normale, rallenty o velocizzata), la sua durata (15 o 60 secondi). Oppure possiamo affidarci a dei template di animazione disponibili, in cui noi andremo solo ad inserire delle nostre immagini. Il video registrerà fin quando noi terremo premuto il pulsante di registrazione, lasciandolo andrà in pausa per poi ripartire quando premeremo nuovamente. E’ anche possibile cancellare l’ultimo pezzo di clip registrata se non ci piace come è venuta. 

Una volta terminato di registrare potremo aggiungere dei filtri, ce ne sono centinaia e sempre in aggiornamento, oppure una canzone, da scegliere nella libreria dell’applicazione e, infine, usare anche degli stickers. 

Ma non solo, è possibile creare un proprio contenuto a partire da quello di altri. Infatti andando a vedere il video di un altro utente e scegliendo di condividerlo si avrà la possibilità anche di scegliere l’opzione “duetto”, lo schermo verrà splittato in due e da una parte andrà in play il video originale mentre sull’altro registreremo il nuovo video. Oppure si può scegliere “reazione”, in questo caso posizioneremo in un punto dello schermo il video originale e ci filmeremo mentre lo guardiamo. 

 

Cos’è una Challenge

Le challenge sono delle sfide, lanciate da Tik Tok stesso settimanalmente o da aziende, con cui gli utenti gareggiano a colpi di coreografie, karaoke e balli. Una delle più note è stata quella in cui bisognava mostrare quante scarpe si riusciva a indossare nel giro di 15 secondi. Si tratta di un modo con cui il social o i brand cercano di mantenere attiva la propria community, stimolandone la creatività. 

In questo primo anno in Italia le challenge lanciate sono state 280, alcune di queste sono state lanciate da Nike, altre da programmi televisivi come XFactor o Italia’s Got Talent. 

E Musical.ly cosa c’entra?

L’applicazione Musical.ly permetteva di fare più o meno le stesse cose e stava spopolando tra i giovani. Poi è scomparsa, diventando Tik Tok, cosa è successo? Come per altri casi si è trattato di una scelta di tipo commerciale in seguito all’acquisizione di Musical.ly da parte della società cinese ByteDance che ha accorpato i 100 milioni di utenti occidentali ai 500 milioni che avevano già scaricato Tik Tok, soprattutto in Oriente, fondendo due community in una sola. La società cinese conta così di contrastare Instagram.

Condivisione dei contenuti di Tik Tok

Possiamo condividere i nostri filmanti o quelli altrui anche su altri social, questa condivisione avverrà in maniera nativa (quindi come se il video fosse caricato direttamente sul social di nostro interesse) e riportando in sovra-impressione il nome dell’utente che lo ha creato, in modo che la paternità del contenuto sia sempre chiara e riconoscibile.

Influencer e nomi noti su Tik Tok

Come ogni piattaforma anche qui su Tik Tok sono nati degli influencer e con il successo dell’applicazione sono sbarcati anche volti noti dello spettacolo.

Tra i più noti ci sono: Jessica Brugali, Maryna, Rosalba ed Edoardo Esposito; ma anche nuovi talenti nati proprio grazie a questa app, come Gabriele Vagnato, Cecilia Cantarano, Daniele Davì.

Tik Tok è stato scoperto anche dai cantanti già affermati, che si fanno conoscere anche dal pubblico di questa piattaforma, come Benji e Fede (#doveequando), Emis Killa (#tijuanachallenge) e Sfera Ebbasta (#pablochallenge). Anche il mondo della TV sta subendo il fascino di questo nuovo social, i più seguiti sono Aurora Ramazzotti, lo chef Bruno Barbieri, Christian Vieri, Fiorello e Michelle Hunziker.

Tra i brand che hanno iniziato a usare la piattaforma ci sono Nike, Vodafone, XFactor Italia, e l’Inter.

Vuoi ricevere i post via email?
I migliori approfondimenti del web marketing, più qualche sporadica lettera.
Iscrivendoti fornisci il consenso a Condimedia per inviarti periodiche mail di aggiornamento. Consulta la nostra Privacy Policy per maggiori dettagli.

Lascia un Commento

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

Show Buttons
Hide Buttons