WordPress è bello, ma se non balla? Come ogni piattaforma, il popolare CMS necessita di cure periodiche e costanti per poter performare al meglio. Trascurarlo può essere il preludio di problemi che non riguardano solo la sfera della sicurezza, ma anche la fruibilità del vostro sito WordPress.

In questo post vi parlerò degli interventi di manutenzione ordinaria che dovete programmare per evitare di ingolfare il vostro WordPress, chiaramente se avete dubbi o necessitate di una consulenza WordPress di approfondimento, potete contattarci.

Backup periodici di WordPress

Un Backup non è per sempre, e va ripetuto con una cadenza periodica. Ricordatevi di programmarlo almeno una volta a settimana, sia per i files che per il database, e preferibilmente di salvarlo in un’area distinta da quella del vostro hosting. Esistono numerosi servizi freemium per effettuare il backup che possono aiutarvi, in tal senso (vedi sotto).

Aggiornamenti periodici di WordPress

Come il backup, anche gli aggiornamenti di WordPress, dei plugin e dei temi andrebbero fatti sempre, soprattutto per non esporsi a possibili attacchi hacker, ma anche per risolvere eventuali bug introdotti dalle versioni precedenti del software.

ATTENZIONE: ricordatevi che se avete modificato dei file core di WordPress, o se avete aggiornato un tema senza creare un child, gli aggiornamenti sovrascriveranno i vostri interventi.

Vuoi ricevere i post via email?
I post della settimana, ogni venerdì alle 9, più qualche sporadica lettera.
Rispetteremo la tua privacy.

Pulizia periodica di WordPress

Potete anche avere la miglior macchina del mercato, ma se non la lavate ogni tanto chi se ne accorgerà? La pulizia periodica di WordPress consiste essenzialmente in:

  • Cancellare bozze di articoli e pagine non utilizzate
  • Cancellare temi o plugin inutilizzati
  • Verificare lo stato del DB e delle varie cache

Una piattaforma pulita vi garantirà performance nettamente superiori.

Migliori Plugin per manutenzione WordPress

In alcuni casi, le attività di manutenzione su WordPress non possono essere eseguite “a caldo”, ovvero in maniera trasparente verso gli utenti del nostro sito. Diventa perciò necessario predisporre una pagina di servizio che informa i visitatori sulla momentanea indisponibilità del sito stesso. In alcuni casi (per esempio durante l’aggiornamento core) è WordPress stesso a predisporla, ma negli altri?

WP Maintenance Mode

E’ il plugin più popolare in questa tipologia, conta di milioni di download e aggiornamenti costanti. Consente la configurazione della pagina e del livello di permessi necessario (di default è solo l’admin) per continuare a visualizzare il sito e la relativa amministrazione. Funziona anche con una configurazione MultiSite (ogni sito mantiene le proprie impostazioni) e consente anche di inserire un countdown configurabile.

Potete scaricarlo qui.

WP-Optimize

Come per qualsiasi architettura IT, anche per WordPress il Database è una componente cruciale non solo per le funzionalità, ma anche per le performance del vostro sito web. Grazie a questo plugin potrete effettuare delle operazioni di pulizia, rimuovendo i record non più necessari senza rischi per l’integrità della base-dati.

Potete scaricarlo qui.

WP-Sweep

Simile al precedente, questo plugin sviluppato dal celebre sviluppatore Lester Chan ha il vantaggio di effettuare una pulizia più approfondita sfuttando direttamente le funzioni WordPress, senza utilizzare le query SQL.

Potete scaricarlo qui.

Alcuni tool e servizi utili per la manutenzione WordPress

Servizi di Backup

I seguenti servizi (a pagamento) vi consentiranno di schedulare dei backup del vostro sito e di salvarlo su storage remoto, un’opzione molto importante nel caso subiste un attacco con cancellazione dell’intero filesystem.

Servizi di Uptime

Il sito è sempre disponibile? Non potete stare 24 ore al giorno a fare le prove di raggiungibilità, avete bisogno di un servizio che lo faccia al posto, i due elencati sono i migliori:

Inserisci un Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *
You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>